Sverginare una ragazza: come fare? I consigli da seguire

La prima volta per una donna si presenta come un evento importante, ma anche estremamente delicato. Perdere la verginità può rappresentare un processo piuttosto doloroso in assenza dei dovuti accorgimenti necessari. Moltissimi uomini sono affascinati dall’idea di poter essere il primo amore di una donna anche a livello sessuale, ma sono veramente informati sull’argomento? All’interno di questa nuova guida ci occuperemo della verginità femminile e dei consigli da seguire per trasformare la prima esperienza sessuale in un momento romantico da ricordare.

La prima esperienza sessuale femminile: ecco cosa c’è da sapere

Il primo rapporto sessuale femminile porta con sé un senso di eccitazione ma anche diversi dubbi. L’introduzione del pene all’interno di una vagina ancora vergine non è pratica automatica e potrebbe celare anche alcune insidie. Prime tra queste il dolore e la successiva perdita di sangue a causa della rottura dell’imene. Sulla perdita più o meno consistente di sangue è importante precisare che per ogni donna l’evento può dimostrarsi differente e lo stesso discorso vale anche per il dolore più o meno accentuato.

Il modo migliore per approcciarsi al primo rapporto sessuale con una ragazza ancora vergine è quello di possedere tutte le conoscenze necessarie a riguardo anatomico dell’organo genitale. La vagina femminile, contrariamente a quanto un uomo potrebbe pensare, non si dimostra perpendicolare alla linea del corpo e l’introduzione del pene deve esser quindi guidata con l’aiuto di una mano.

L’importanza dei preliminari

Sverginare una ragazza richiede un certo grado di intimità, delicatezza e una corretta esecuzione dei preliminari. Prendersi il tempo necessario per scoprire i propri corpi e il reciproco piacere è essenziale per incrementare l’eccitazione ma anche la naturale lubrificazione vaginale. I preliminari possono comprendere baci, carezze, massaggi, sesso orale e penetrazione manuale, ma anche un maggior rilassamento muscolare.

Tutti i consigli da seguire

Prima di passare alla penetrazione vera e propria è necessario concentrarsi sulla penetrazione manuale della vagina. Il modo migliore per preparare la vagina e l’imene femminile al primo rapporto sessuale è quello di procedere per gradi. Può quindi dimostrarsi necessario avvicinarsi gradualmente alla penetrazione sfruttando dapprima soltanto le dita per poi procedere ad un avanzamento graduale. La vagina deve essere sempre lubrificata onde evitare lesioni interne che potrebbero essere associate in negativo all’esperienza sessuale.

La lubrificazione vaginale, soprattutto alle prime esperienze, può essere supportata anche dall’utilizzo di un buon lubrificante intimo. La posizione ideale per sverginare una ragazza consiste invece in quella del missionario, dove la donna è sdraiata mentre l’uomo si posiziona sopra di lei. In alternativa, per gestire al meglio le difficoltà iniziali, anche la donna può posizionarsi a cavalcioni sopra al partner assumendo il controllo della situazione.

Il primo rapporto sessuale comporta sempre qualche difficoltà, perdite fisiologiche dovute alla rottura dell’imene e dolore. La rottura dell’imene può inoltre non avvenire completamente con la prima esperienza, come accade a molte donne. E’ quindi importante muoversi sempre delicatamente, interrompendo la penetrazione in caso di dolori eccessivi.