Dimensioni del pene: quanto contano?

Molto spesso si tende ad associare alle misure del pene maschile anche capacità di seduzione e prestazioni sessuali soddisfacenti. Nell’immaginario comune un pene più lungo è in grado di aumentare il piacere femminile fino al raggiungimento dell’orgasmo. Ma è davvero così? Quanto contano le dimensioni del pene dal punto di vista fisico reale? Proprio come accade per le forme femminili, anche quelle maschili vengono spesso idolatrate e scrutate in positivo o in negativo. Prosegui la lettura per saperne di più.

Le dimensioni del pene nell’ideale femminile

Secondo la maggior parte delle donne, stando alle numerose statistiche condotte sull’argomento, la lunghezza media di un pene dovrebbe arrivare all’incirca tra i 12 e i 13 centimetri ad erezione raggiunta. Dimensioni inferiori vengono giudicate negativamente, mentre dimensioni superiori ai 13 centimetri rientrano spesso nella categoria dei ‘superdotati’.  La prestanza fisica e sessuale viene associata alle dimensioni del pene soprattutto dalle donne più giovani.

Le donne più adulte tendono invece ad analizzare le singole capacità maschili al di là delle dimensioni reali.  Nonostante tali osservazioni e credenze le dimensioni del pene, ma anche quella della profondità vaginale, si dimostrano importanti durante il rapporto sessuale.

Piacere sessuale e dimensioni

Le dimensioni del pene maschile ma, soprattutto la sua abilità sessuale, si dimostra un fattore essenziale durante un rapporto. Tuttavia, il piacere femminile, viene spesso incrementato dal grado di intimità, dall’eccitazione data dai preliminari e perché no, anche dai sentimenti stessi verso il partner. Nella maggior parte dei casi la vagina presenta una profondità media di circa 7 centimetri, per cui anche un pene di circa 10/12 centimetri può a tutti gli effetti dimostrarsi performante durante il rapporto sessuale.

Un pene dalle dimensioni inferiori a quelle appena descritte costringe invece la donna a contrarre i muscoli vaginali per ottenere una reale sensazione di piacere. Molte altre donne tuttavia sostengono che anche la misura della circonferenza del pene debba essere calcolata insieme alla lunghezza per dimostrarsi veramente efficiente. Gli uomini ‘superdotati’ vantano misure dai 20 centimetri in su, ma anche in questo caso devono essere considerati i pro e i contro.

Dimensioni eccessivamente lunghe possono provocare dolori, lacerazione e seri pericoli dal punto di vista vaginale, andando a ledere soprattutto il collo dell’utero. Possiamo quindi affermare che le dimensioni del pene si dimostrano importanti ma variabili a seconda degli ideali comuni, dei sentimenti e delle abilità personali. Un pene dai 10 centimetri in su, secondo gli esperti, si dimostra nella norma e in grado di rendere l’esperienza sessuale soddisfacente!